Brescia. Ubriaco in moto uccise due persone: condannato a 8 anni 

Uccise due persone in moto, condannato 

Ha ucciso madre e figlio investendoli sulle strisce in via Lamarmora. Michelangelo Dusi, 48enne, è stato condannato a otto anni di galera per omicidio stradale dopo che a ferragosto del 2018 investì ed uccise Mauro Rossi e Annina Breggia, lui 65 anni, lei 93, travolgendoli a folle velocità in via Lamarmora, di fronte agli occhi attoniti dei passanti. Gravissimo incidente, reso ancora più grave dal comportamento sconsiderato di Dusi. 

A 130 all’ora in città 

Dusi è passato con il rosso e a 130 km/h tutti i semafori di via Lamarmora investendo senza scampo Mauro Rossi e Annina Breggia in fase di attraversamento. Nessun elemento giustifica le attenuanti generiche. Sussistono invece le aggravanti della guida in strato di ebbrezza e sotto assunzione di stupefacenti” si legge nella motivazione della sentenza.

Ubriaco, a 130 all’ora in una strada di città e senza rispettare i semafori, uccise sul colpo Mauro e ferì a morte Annina, morta in ospedale. Aveva fumato cannabis e aveva un tasso alcolemico di 2,05, il centauro che ha compiuto il crimine e che si è salvato. Nessun concorso di colpa per i pedoni che non attraversavano sulle strisce, secondo il giudice.

Al contrario di quanto richiesto dall’avvocato, che aveva domandato le attenuanti, “è indubbiamente più rilevante la colpa del motociclista che viaggiava a 130 su strada urbana dove il limite è 50 e sotto influenza di alcol e stupefacenti”. Secondo il pm la colpa del sinistro è totalmente di Dusi, “nella condotta dei pedoni non si ravvisano violazioni”. Ora dovrà scontare otto anni di galera. 

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *