Cosa fare nella tua prossima gita a Barcellona

Oltre ad essere una delle città preferite dalla community di gnoccatravels.com, Barcellona è una delle località più visitate d’Europa e… c’è ben più di un semplice motivo per farlo! Anche se non vogliamo sostituirci alle più autorevoli guide, ti proponiamo innanzitutto un salto alla Sagrada Familia, una  delle cartoline della città, un gioiello architettonico dell’architetto catalano Antoni Gaudi, e una delle basiliche più spettacolari del mondo.

Per coloro che sono stanchi di vedere “Chiese tradizionali”, qui si potrà ottenere il pieno appagamento: gli archi della Chiesa sono modellati secondo i rami degli alberi e le vetrate creano un effetto arcobaleno che non dimenticherai presto.

gita a Barcellona

Un altro punto indimenticabile di Barcellona è il Parco Guell, un parco urbano “galleggiante” sopra la città, che è stata espressione di una visione utopica del ricco industriale Eusebi Guell, all’inizio del XX secolo. Originariamente doveva essere costituito da una sessantina di case di lusso nel pezzo di terra più importante della città, lontano dalle fabbriche. In realtà di case ne furono costruite solo tre. Sarà però possibile sedersi sulle sue panchine a mosaico e godersi di una vista mozzafiato.

Altra attrazione di livello mondiale è la Casa Battlo, nella cui spettacolare terrazza sul tetto vengono organizzati, da giugno a ottobre, spettacoli blues, rock, soul, jazz, swing, pop e flamenco, condendo di nuovo fascino la notte di Barcellona e offrendo probabilmente il luogo musicale più intimo ed esteticamente piacevole di tutto il mondo.

Se poi hai bisogno di rifocillarti un po’, via libera alle tapas! Si tratta di spuntini salati di piccole porzioni ordinati nei meravigliosi bar della città a gruppi di 5 o 6, da condividere con gli amici davanti alle cañas (una piccola birra alla spina). Le patatas bravas e il pan con tomate (pane croccante strofinato con pomodoro e aglio) sono un must, così come il polpo a la gallega (polpo con patate e paprika) e le gambas al ajillo (gamberi all’aglio).

A proposito di mangiare e di bere… perché non degustare un po’ di vermut? Questo vino gustoso e poco costoso è arricchito con ogni tipo di spezie e piante, come la cannella e la camomilla. La tradizione vuole che si debba consumarne (almeno) uno all’ora del vermut, ore 12.00, e cioè prima di mangiare il pranzo. Non aver paura di ordinare questa bevanda in qualsiasi momento della giornata: assicurati solo che sia accompagnata con il tradizionale stile locale, con un’oliva ripiena di acciughe e una fetta di arancia.

Infine, ti suggeriamo di perderti nel quartiere gotico, il quartiere più antico di Barcellona, che risale alla fondazione della città, come accampamento militare romano nel 15 a.C. Qui vedrai ancora alcune delle mura originali, come parte della Cattedrale di Barcellona. La maggior parte della zona è isolata dalle auto e questo significa poter attraversare strade tortuose e vicoli stretti che si aprono in piazze maestose come Plaça Reial, Plaça del Pi, Plaça George Orwell e Plaça de la Seu.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *