Positivo al coronavirus anche il Prefetto di Brescia 

Sta bene e non è in ospedale

Attilio Visconti, prefetto di Brescia, è risultato anch’esso positivo al coronavirus. Proprio perché aveva accusato i primi sintomi negli scorsi giorni, Attilio Visconti si era messo in quarantena e ancora oggi sta bene e non si trova in ospedale, ma nel suo appartamento nella sede della prefettura bresciana. 

Il prefetto ha rassicurato i cittadini sulle condizioni di salute, è asintomatico e di conseguenza non smetterà neppure di lavorare. 

Continuerò a lavorare. Sono asintomatico e questo mi permette di proseguire quanto impostato per combattere la diffusione del virus” ha commentato Attilio Visconti. 

Esami online, sto vaccini 

Intanto la Regione impone lo stop alle vaccinazioni di bambini e neonati durante l’emergenza coronavirus. “I centri vaccinali del territorio lombardo sono stati chiusi, stanno chiamando per sospendere le sedute vaccinali che verranno rimandate in tutta la Regione. Ma è un messaggio che non ci piace questo” spiega Rinaldo Missaglia, segretario del Sindacato dei medici pediatri di famiglia. Secondo Missaglia “Noi pediatri di famiglia saremmo disponibili a supportare il sistema pubblico, anche nella veste di vaccinatori”. 

All’UNIBS intanto gli esami dal 9 marzo si fanno online, per evitare assembramenti. “La nostra comunità accademica sta mettendo in campo un grande sforzo affinché la tecnologia si trasformi in un’importante alleata per fronteggiare al meglio questa emergenza” commenta Tira, rettore universitario. 

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *