Berlusconi sul caso Vivendi: “È costato 100 milioni a Mediaset”

Lo scontro con Vivendi è costato a Mediaset almeno 100 milioni di euro. La causa entra nel vivo.

mediaset

“L’affaire Premium è costato 100 milioni di euro nel 2016 sui conti della società”. Lo ha detto l’amministratore delegato di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, commentando la vicenda che da quasi un anno ormai vede il colosso di Cologno Monzese scontrarsi con Vivendi, l’azienda francese che ha sottoscritto e poi disatteso il contratto di acquisto della Pay TV Premium.

“Non stiamo parlando di 100 milioni di perdite – ha precisato Pier Silvio – in quanto questa cifra deriva dalla contrazione sul valore delle azioni” che è avvenuto appunto a seguito del mancato accordo commerciale con Vivendi.

Anche per questo la partita tra le due realtà, entrambe operanti nel campo delle telecomunicazioni, si tiene su toni molto accesi: la causa tra Mediaset e Vivendi va avanti, e deve anche fare chiarezza sulla scalata fatta dai francesi all’interno dell’azienda italiana, della quale i transalpini sono diventati proprietari di quasi un terzo del capitale sociale.

E’ quindi molta la carne al fuoco. Sulla vicenda si è affacciata anche l’AgCom, che sta indagando proprio sull’entrata di Vivendi nel capitale sociale di Mediaset. “Rispetteremo le tempistiche: i termini scadono il 21 aprile ed entro quella data saremo pronti a decidere”, ha fatto sapere Antonino Nicita, commissario AgCom, in merito al pronunciamento dell’Autorità sulla presenza di Vivendi come socio pesante del Biscione e come primo azionista di Telecom.

300x250

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi