L’economia globale diventa improvvisamente più forte

Ripresa economia italiana

Stando agli ultimi dati, l’economia in Europa sta crescendo più rapidamente del previsto e con essa le speranze che un crollo globale possa essere evitato. Rispetto all’ultimo trimestre 2018, il primo trimestre del 2019 ha visto una crescita dello 0,4% nei 19 paesi del blocco euro. Una tendenza alimentata dal minore tasso di disoccupazione, dall’aumento dei salari e dalla maggiore domanda da parte dei consumatori.

I risultati mostrati dall’Europa disattendono anche le previsioni fatte in precedenza da molti analisti in altri paesi del mondo. Se inizialmente la Cina aveva patito la repressione governativa sui prestiti a rischio e la guerra commerciale con gli Stati Uniti, le misure di stimolo messe in atto da Pechino stando dando frutti: nel primo trimestre, le aspettative sono state superate con una crescita del 6,4%.

Anche negli Stati Uniti la crescita è stata migliore del previsto, stabilizzandosi al 3,2%. Maggiore spesa statale e locale, importazioni più basse e scorte commerciali sono gli elementi che l’hanno maggiormente alimentata.

Tornando all’Europa, il PIL spagnolo è aumentato dello 0,7% rispetto al precedente trimestre, quello francese dello 0,3% e quello italiano dello 0,2%. I dati sulla Germania non sono ancora disponibili, ma alcune indagini suggeriscono una tendenza positiva rispetto al trimestre precedente. Infine, nel Regno Unito il PIL è cresciuto dello 0,3%, grazie all’accumulazione di scorte in previsione della data della Brexit, prevista per il 29 marzo ma prorogata dall’UE per il 22 maggio.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *