Made in Italy migliora: ecco cosa emerge dai dati Istat

Mentre l’economia registra uno stop, il made in Italy migliora: ecco gli ultimi dati rilevati dall’Istat

L’Istituto Nazionale di Statistica ha reso noti gli ultimi dati sull’economia italiana: dati importanti ma negativi, che, come abbiamo visto, determinano una fase di negatività – l’ottava consecutiva registrata – che coinvolge vari settori dell’economia. Il Pil è fermo, così come lo sono i consumi: infatti, dai dati emersi pare che i consumatori siano pervasi da un clima di sfiducia generale che si trova alla seconda flessione consecutiva, e ciò si interfaccia con un clima generale già abbastanza difficile e complesso.

made-in-italy-miglioraMa se è vero che i consumi sono fermi, che la disoccupazione è attestata all’11,4%, che la situazione è abbastanza negativa in generale per la fiducia dei consumatori, è anche vero che di fronte a questo ennesimo stop dell’economia italiana, pare resistere un settore nello specifico.

Il made in Italy migliora: è questo l’unico dato positivo determinato nelle note dell’Istat, laddove si legge e si evidenzia che in particolare a resistere è il settore tessile e manifatturiero, che ha visto un aumento del prezzo al consumo dopo sette mesi di stop.

Una notizia che, di fronte a tutte le situazioni negative che si sono verificate negli ultimi mesi, potrebbe lasciare una porticina aperta alla speranza.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *