Marchionne: “Brexit e vittoria di Trump sono dei rischi”

sergio marchionne

Un’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea? Un rischio “enorme” per l’Europa. E una vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali del prossimo novembre? Il preludio per uno “stravolgimento degli equilibri”. Questo il sunto di quanto dichiarato da Sergio Marchionne, amministratore delegato del gruppo automobilistico Fiat Chrysler.

Intervistato dai cronisti a margine del Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti, il numero uno di Fca ha espresso grandi timori per le spinte “isolazionistiche ” che tanto dal Regno Unito quanto dagli Stati Uniti d’America si stanno sollevando con lo scopo di cambiare lo scacchiere internazionale. Più in particolare, Marchionne teme che la Brexit unita a una eventuale vittoria di Trump potrebbe rompere gli equilibri conquistati a fatica nel tempo.

“Se Trump dovesse chiudere i confini con Canada e Messico le conseguenze sarebbero negative per tutti i Paesi”, ha detto Marchionne, precisando però che al momento è presto per giudicare su una possibile vittoria di Trump alle presidenziali. In fondo, si capirà che piega prenderanno le cose “quando avremo chiaramente i nomi dei candidati vicepresidenti e capiremo quindi chi fa il ticket con chi, una scelta molto importante”.

Per quanto riguarda l’andamento del gruppo, Marchionne ha poi spiegato che gli ordini della nuova Alfa Giulia stanno procedendo bene e che il Suv Maserati Levante “avrà un grande impatto nel mercato americano”. E dopo i dati di vendita che parlano di un +25% della Fiat in Europa, anche la borsa ha chiuso la settimana con un gran bel rialzo: +2.50%.

300x250

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi