Reddito di cittadinanza non sostenibile: parla Padoan

Il reddito di cittadinanza non è un intervento sostenibile: è quanto è emerso dalle ultime dichiarazioni che, il ministro dell’Economia in Italia Pier Carlo Padoan, ha fatto durante l’intervista rilasciata alla trasmissione tv Porta a Porta condotta da Bruno Vespa. Proprio nel salotto televisivo del noto giornalista, Padoan ha parlato di fisco e tasse, ricordando che nei prossimi anni sono previsti interventi importanti mirati al taglio delle tasse in Italia ed alla riduzione del debito pubblico e della pressione fiscale, dando una nuova speranza agli italiani che ogni giorno combattono contro l’impossibilità di sostenere tassazioni così elevate.

Reddito di cittadinanzaInterrogato sul reddito di cittadinanza, però, Padoan è stato ulteriormente chiaro, ed ha ricordato che attualmente l’Italia, per sua conformazione economica, non può permettersi un costo così elevato, a causa del debito che il nostro Paese si porta dietro. Il reddito proposto dal Movimento 5 Stelle (di 780 euro mensili), è una strada infatti non percorribile, nonostante sia stata anche ampiamente valutata e presa in considerazione, perché peserebbe troppo sul debito pubblico italiano.

Pertanto, la proposta del reddito di cittadinanza presenta due tipi di problemi: “da una parte la sostenibilità finanziaria, assai problematica, dall’altra il criterio con cui vi si accede, magari per alcuni ce n’è bisogno per altri no. Non si può ragionare in astratto”.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *