La lotta al cambiamento climatico creerà milioni di nuovi posti di lavoro

Sondaggi lavoro

La lotta al cambiamento climatico coinvolgerà pesantemente anche il mondo del lavoro. Sulla base dell’Accordo sul clima stipulato a Parigi, l’Organizzazione internazionale del Lavoro ha pubblicato un rapporto chiamato “Lavoro e problematiche sociali nel mondo 2018: un’economia verde e creatrice di occupazione” in cui viene evidenziato come, grazie all’evoluzione dell’economia verde, i posti di lavoro persi saranno recuperati, andando anche in eccesso.

Entro il 2030, saranno circa 18 milioni i posti di lavoro che verranno creati dalla transazione ecologica, a fronte dei circa 6 milioni che andranno invece persi. All’interno del rapporto vengono comunque evidenziate quali regioni del mondo trarranno beneficio da questa transazione:

  • America: 3 milioni di nuovi posti di lavoro;
  • Asia-Pacifico: 14 milioni di posti di lavoro;
  • Europa: 12 milioni di posti di lavoro.

Potrebbero restare esclusi quei paesi attualmente troppo dipendenti da fonti fossili e dal settore minerario, quali Africa e Medioriente.

Entrando dettagliatamente nei vari settori lavorativi, su i 163 studiati soltanto in quattordici subiranno le perdite minori; le perdite maggiori, oltre il milione, li subiranno settori come quelli dell’estrazione petrolifera e delle raffinazioni.

Di contro, quello dell’elettricità vedrà un aumento della forza lavoro intorno ai 2 milioni e mezzo, andando a compensare la perdita di 400.000 posti lavorativi; questo grazie all’implementazione delle energie rinnovabili. Sarà invece il settore dell’economia circolare a generare la più alta cifra di occupazione: ben 6 milioni.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *