Saldi estivi al via in tutta Italia: spesa media sui 230 euro

I saldi estivi hanno ufficialmente preso il via in tutto il Paese, ma i timori dei commercianti è che non rianimeranno più di tanto il settore.

Da ieri i saldi estivi hanno ufficialmente preso il via. Secondo i numeri dell’Ufficio Studi di Confcommercio, ogni famiglia, per l’acquisto di articoli di abbigliamento e calzature in sottocosto, spenderà all’incirca 230 euro, per un valore complessivo che si aggira sui 3.5 miliardi di euro. La speranza dei commercianti è che questi saldi possano davvero servire a rilanciare un settore rimasto fermo al palo.

Secondo il presidente di Federazione Moda Italia e vicepresidente di Confcommercio, Renato Borghi, “i consumi sono stati piuttosto tiepidi e i segnali di ripresa di cui si parla sono ancora troppo deboli, soprattutto se parliamo della moda multibrand”.

Le preoccupazioni di Confcommercio sono legate al fatto che i consumi nel settore abbigliamento non crescono. Ma c’è anche la concorrenza sleale da dover fronteggiare, quella stessa concorrenza, giocata dalle catene e dai potenti monomarca, che le attività più “indifese” si ritrovano a combattere ad armi impari.

A detta di Borghi, “il giudizio finale di questa stagione di saldi dovrà tener conto delle intollerabili anticipazioni degli sconti lanciati dalle catene e dai potenti monomarca”. “Non ci stancheremo – ha aggiunto – di segnalare azioni di concorrenza sleale alle Autorità competenti: non c’è nulla di peggio che scrivere leggi che poi vengono puntualmente disattese da parte di qualcuno”.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *