• 18/05/2022

BresciaDomani

News quotidiane Economico Finanziarie

Le carte di credito in Bitcoin stanno per tornare in Europa

DiPaolo

Mar 24, 2018
bitcoin

bitcoin

Dalla decisione di VISA di sospendere all’interno dell’UE tutte le carte di debito prepagate Bitcoin e le carte virtuali emesse da Wave Crest Holding, ai cittadini europei è stata negata la possibilità di utilizzare le carte di criptovaluta per prelievi e pagamenti POS. Tuttavia, due società collegate alle criptovalute si stanno preparando a portare sul mercato le loro nuove carte fisiche e virtuali.

La decisione di bloccare tutte le carte VISA Bitcoin risale al 5 gennaio, quando l’azienda ha annunciato che stava chiudendo tutte le sue carte prepagate a causa di un cambiamento nelle autorizzazioni operative. Di conseguenza, la maggior parte delle carte sono state immediatamente bloccate e fornitori di servizi di carte di debito in criptovaluta in Europa, come BitPay, Cryptopay.me, Coinsbank, TenX, Wirex, AdvCash e altri, non potevano più offrire ai propri clienti prelievi di criptovaluta o Pagamenti POS tramite carte di debito.

Ora, tutti si aspettano nuove opportunità e soluzioni sul mercato europeo. Coinidol.com si è rivolta a diversi fornitori di carte virtuali e fisiche Bitcoin per scoprire se ci sarà una soluzione a questo problema.

Secondo Dmitry Lazarichev, fondatore di Wirex, ad aprile la società inizierà a lavorare con carte fisiche contactless che supportano pagamenti in GBP, EUR e USD. Questa soluzione sarà fornita dal lancio del Contis ‘Buffer Account, e dimostra ulteriormente il potere dell’azienda di guidare il cambiamento strutturale all’interno dell’ecosistema dei pagamenti attraverso l’uso innovativo della sua piattaforma bancaria e di pagamento e la sua capacità di elaborare transazioni in tempo reale su entrambe le linee di pagamento.

300x250

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.