Brescia, torna il timore della legionella nella Bassa

Prevenzione contro la legionella

Ritorna l’incubo della legionella a Brescia. Dopo lo spettro della malattia che ha tenuto in scacco la città per la scorsa estate, anche nel corso del 2019, ora il sindaco di Remedello, Simone Ferrari, lancia una ordinanza per la prevenzione della Legionella Pneumophila. Il paese della bassa nella scorsa estate è stato al centro di un’epidemia di polmonite e legionella che ha causato anche delle vittime. 

L’ordinanza stagionale contro i virus trasmessi da insetti si è così arricchita con un’indicazione particolare per la prevenzione della legionellosi. Preoccupazione anche dal sindaco di Montichiari, Marco Ogni. “Ho chiesto un incontro alla dirigenza di Ats Brescia per ricevere aggiornamenti circa le misure preventive messe in atto e per sapere quanto va fatto” comunica il primo cittadino. “Certo, si sa già che i Comuni dovranno compiere un censimento di tutte le torri di raffreddamento presenti sul territorio, in base a linee guida sottoposte all’attenzione di Regione Lombardia. Ho richiesto inoltre di incontrare la dirigenza di Arpa poiché è l’autorità preposta al controllo degli inquinanti nel Chiese, che chiederò di monitorare”. 

Le norme di prevenzione 

Per prevenire la legionella bisogna stare attenti a mantenere sempre puliti i soffioni dei rubinetti, gli accumulatori di acqua calda. L’acqua, sia calda che fredda, dovrebbe essere fatta scorrere per almeno cinque minuti prima di essere usata, specie se i rubinetti sono poche usati. L’acqua va tenuta fredda o superiore a cinquanta gradi. Bisogna lavare con cura ed attenzione gli apparecchi usati per fare l’aerosol. 

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *