Le uova di Pasqua per l’ospedale di Brescia

Un’iniziativa di Lindt

Pasqua in casa, in famiglia o da soli: c’è comunque di che festeggiare, e di conseguenza molte famiglie si stanno attrezzando facendosi mandare le uova di Pasqua a domicilio. La Lindt ha pensato bene di regalare un sorriso anche agli operatori degli ospedali del Bresciano, che faticano e lavorano per strappare le persone alla morte. Un regalo dolce per gli ospedali del Bresciano che faticano ancora sotto il maledetto coronavirus. Una bella iniziativa di solidarietà  che viene dalla Lindt. 

Anche Galbusera aderisce 

Ho proposto di portare le uova di Pasqua rimaste in magazzino in alcuni ospedali lombardi, per dare un segno di vicinanza e ringraziamento a chi è in prima linea in questa terribile emergenza. L’azienda ha subito accettato con grande entusiasmo, anche perchè la beneficenza è una delle mission principali della Lindt” commenta il capo area Enzo Caragnulo di Lindt, che a Brescia spedisce 30mila uova di pasqua di varia fattura agli operatori sanitari. “Per Brescia, cui è destinato il quantitativo più ingente, ci siamo rivolti ad AiutiAMObrescia perchè distribuisca le uova su tutto il territorio provinciale”. 

Un buon esempio seguito anche da Galbusera, che distribuirà 10mila colombe Le Tre Marie agli operatori sanitari. “Speriamo di recapitarle entro domani o al massimo giovedì mattina. Siamo un’azienda familiare della Valtellina, da sempre molto legata al territorio. Ci sembrava doveroso, in un momento significativo come quello della Pasqua, manifestare concretamente la nostra vicinanza a chi si sta sacrificando per il benessere di tutti noi” dice Diego Ponasso, direttore divisione retail di Galbusera. 

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *