L’economia tedesca continua a lottare con i problemi di produzione

germania

L’economia tedesca continua a lottare, nonostante le difficoltà delle esportazioni, che si estesa anche al settore dei servizi. Ad ottobre, il PMI del settore manifatturiero è salito dal 41,7 al 41,7, dato quest’ultimo del mese di settembre. Anche di fronte a questo lieve miglioramento, le preoccupazioni rimangono poiché, quando le letture sono inferiori a 50, vuole dire che la contrazione è ancora in essere.

I dati della produzione sono stati in linea con le previsioni, mentre i dati sui servizi sono rimasti indietro rispetto alle aspettative, che prevedevano una lettura di 51,7.

Mentre il commercio globale si indebolisce a causa di alcuni conflitti, il governo tedesco ha discusso, ma non istituito, lo stimolo fiscale. Il Fondo monetario internazionale afferma che lo spazio fiscale della Germania è “sostanziale” dopo anni di eccedenze.

Nell’intera Eurozona, il PMI manifatturiero è salito ad un massimo di 46,2 mesi, mentre quello dei servizi flash è passato dal 51,6 da 51,8. Il miglioramento delle performance da parte della Francia ha mantenuto l’indice composito della zona euro sopra il segno dei 50 (50,2 in ottobre).

Le azioni europee SXXP, sono state più forti giovedì con uno + 0,63%, mentre il rendimento del bund tedesco decennale TMBMKDE-10Y è rimasto stabile a -0,39%. La Banca Centrale Europea, come previsto, ha tenuto i tassi di interesse in territorio negativo durante l’ultima riunione di Mario Draghi come presidente.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *