L’economia tedesca sta sfidando i timori derivanti dalla guerra commerciale

germania

La guerra commerciale in atto per adesso non sta creando timori all’economia tedesca, guidata dal rimbalzo verso l’alto del settore manifatturiero. Infatti, l’indice dei responsabili degli acquisti per le attività di fabbrica è salito dal 55,9 di giugno al 57,3 di luglio, portando quello composito del settore privato del paese ad un massimo di cinque mesi. In Francia invece sta accadendo il contrario: le esportazioni manifatturiere sono diminuite per la prima volta in quasi due anni e la fiducia delle fabbriche è diminuita.

Insomma, rispetto a quanto registrato ad inizio anno, l’economia della Germania ha superato il rallentamento. Ciò però non cancella la previsione di un’economia teutonica inferiore rispetto a quella dello scorso anno, a causa dei nuovi ordini che aumentano meno rapidamente rispetto alla produzione e alla fiducia delle imprese.

Secondo la Bundesbank, lo slancio economico verificatosi in questo secondo trimestre 2017 ha fatto ulteriormente scendere, fino ai minimi storici, il tasso di disoccupazione, con un’esplosione nel mese di maggio della produzione industriale.

Nonostante l’attuale fiducia, il rischio derivante dalle crescenti tensioni commerciali è sempre presente. Donald Trump, presidente degli Stati Uniti, continua la sua politica di minaccia, questa volta rivolta all’applicazione dei dazi sulle importazioni di auto europee; il settore automobilistico tedesco sarebbe quello più colpito, e l’economia del paese ne risentirebbe parecchio. Infatti, l’indicatore di Markit sulla produzione futura è scivolato al suo secondo livello più basso in 20 mesi.

Nel settore manifatturiero, un afflusso debole di nuovi ordini ha portato al più lento aumento degli arretrati negli ultimi due anni. Allo stesso tempo, le pressioni inflazionistiche hanno continuato a crescere di pari passo con l’accelerazione della crescita dei prezzi sia in entrata che in uscita.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *