Come gestire lo stress a lavoro

dormire sul lavoro

Gestire lo stress a lavoro? Si può fare, basta intraprendere i passi giusti per farlo nei migliore dei modi. Ma quali sono i principali fattori di stress? Molto spesso, i carichi di lavoro troppo elevati oppure le mansioni non adatte al ruolo ricoperto, ma anche le aspettative non chiare da parte dei datori di lavoro o dai superiori, le responsabilità non ben definite che portano a svolgere dei compiti che dovrebbero essere fatti da altri.

Poi ci sono le relazioni coi colleghi oppure con gli stessi superiori, le quali possono assumere connotati conflittuali a volte irrisolvibili. Naturalmente, non va trascurato neanche l’ambiente in generale, magari troppo rumoroso, sporco oppure scarsamente illuminato e che non infonde la necessaria tranquillità per svolgere al meglio il lavoro.

Se sono i compiti affidati causa dello stress, si potrebbe chiedere che gli stessi vengano equamente suddivisi tra colleghi. Se ciò non fosse possibile, modificare le abitudini lavorative, magari mettendo su carta o PC le scadenze settimanali o mensili e dividerle in compiti più piccoli. Naturalmente, quelli giornalieri devono essere sempre portati a compimento, anche i presenza di eventuali imprevisti.

Tempi lavorativi e vita privata devono essere gestiti nel migliore dei modi. Come? I compiti assegnati devono essere svolti in tempi realistici, evitando di portare a termine il lavoro a casa o durante il tempo libero. Purtroppo, sono tanti coloro che sacrificano famiglia e divertimento per portare a termine i propri compiti lavorativi. Chi riesce ad evitare che accada, lo stress sarà soltanto un lontano ricordo.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *