Sicilia, la regione maggiormente vessata dalla disoccupazione giovanile

dati-disoccupazione

In Italia, il problema di trovare un lavoro si è talmente radicato nella società da diventare una vera e propria ossessione per molti, soprattutto giovani. Le prospettive diminuisco, come le speranze di potersi creare una famiglia o avere una casa tutta propria.

La regione italiana che presenta il maggior numero di giovani disoccupati è la Sicilia con il 38,6% di età compresa tra i 15 e i 29 anni. A seguire la Calabria (36,2%) e la Campania (35,9%), mentre la media nazionale si attesta al 23,4%.

A dirlo è Save The Children nel suo “Atlante dell’Infanzia a Rischio”. I dati parlano chiaro: le nuove generazioni stanno andando incontro ad una situazione impietosa e priva di percorso formativo. Oltre alla situazione lavorativa “inesistente”, un giovane su sette abbandona precocemente gli studi, mentre la metà dei bambini e adolescenti non leggi un libro che vada oltre il canonico testo scolastico. Sicilia, Calabria e Campania occupano gli ultimi posti, rispettivamente con il 68,7, il 65,9 e 64,1%.

Poi ci sono i dati che parlano delle condizioni di vita in cui vivono i minorenni: 1.260.000 bambini vivono in povertà assoluta. Di questi, 563.000 abitano nel Sud Italia, 508.000 al Nord e 192.000 al Centro. Le regioni in cui i livello di spesa è notevolmente al di sotto della media nazionale sono Campania (37,5%) e Calabria (43%). Le cause? La disoccupazione in primis, ma anche le eccessive tasse e spese che gravano sulle spalle di tantissimi italiani.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *