Come un neoassunto senza garante può ottenere un prestito

richiedere una fideiussione

Nel settore dei prestiti, c’è una categoria che merita particolare attenzione: i neoassunti, ossia coloro che hanno appena iniziato a lavorare e che vorrebbero ottenere un prestito per dare vita a qualche progetto. Purtroppo per loro non è facile ottenerlo poiché le banche pongono alcuni paletti. Comunque, qualche possibilità c’è.

La prima cosa che gli istituti di credito fanno è controllare nei minimi dettagli la situazione economica e lavorativa della persona richiedente per accertarne l’affidabilità. I neoassunti sono privi, in questo aspetto, di tutte le garanzie che la banca pretende per elargire il finanziamento.

Un neoassunto che ha firmato un contratto di lavoro, magari anche a tempo indeterminato, per accedere ad un prestito deve superare il periodo di prova, che varia dai due ai sei mesi. Dopo aver accumulato una certa anzianità di servizio, e una certa quantità di TFR, può ritenere il suo lavoro stabile.

Nonostante i suddetti paletti, una banca potrebbe ugualmente concedere un prestito se il neoassunto ha un contratto a tempo indeterminato, una buona situazione economica, affidabilità creditizia e un datore di lavoro dalla stabilità finanziaria.

Nella maggior parte dei casi, i finanziamenti per i neoassunti vengono erogati tramite la cessione del quinto dello stipendio, con le rate addebitate direttamente in busta paga. Solitamente, in questi casi, la somma concessa non supera mai i 15.000 euro.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *