In arrivo 100 milioni di euro per il Fondo mutui prima casa

mutuo

Per evitare che il Fondo mutui prima casa venga definitivamente estinto, sono pronti circa 100 milioni di euro per rifinanziarlo. Senza, nei prossimi mesi non sarebbe stato più possibile erogare le garanzie necessari per l’acquisto di una casa. Le domande fino ad ora arrivare alla Consap sono state circa 137.000, con una media di 250 al giorno e per un totale di 89.000 mila euro di mutui erogati.

La Consap è riuscita ad operare negli ultimi mesi grazie ai 70 milioni di euro provenienti dal ministero dell’Economia, ultima tranche dell’iniziale finanziamento di 650 milioni di euro. Ora, con questi 100 milioni di euro, la Consap potrà continuare ad erogare garanzie fino alla fine dell’anno e una parte del 2020.

La variazione della percentuale di accantonamento consente una durata maggiore al fondo. Se prima si poteva accantonare il 10% dell’importo erogato, adesso solo l’8%. Questo tenendo anche conto dell’indice dei crediti a rischio sulla prima casa e del deficitario utilizzo della garanzia per chi non paga le rate.

La legge di Stabilità del 2014 aveva istituito il fondo rotativo, che doveva supportate l’acquisto della prima casa o gli interventi di ristrutturazione di quella principale. I mutui erogati alla fine delle scorso anno erano circa 8,8 milioni di euro, con 4,4 milioni di euro come garanzia. Il limite è quello di non superare i 250.000 euro di mutuo. Le banche non chiederanno garanzie aggiuntive, tipo ipoteca sull’immobile, mentre i genitori di figli che chiedono un mutuo non saranno più costretti a fare da garanti. Ad utilizzare il Fondo sono il 57,4% dei giovani sotto i 35 anni e dal 30,5% tra i 36 ed i 45 anni.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *