Il Brescia partecipa al bando per il nuovo Rigamonti 

Brescia Calcio partecipa al bando

Dopo settimane di discussioni, alla fine è ufficiale. Brescia Calcio parteciperà al bando indetto dalla Loggia per ristrutturare lo stadio cittadino, il Rigamonti. Il club ha depositato nella giornata di ieri l’offerta, che è l’unica giunta prima della scadenza che era proprio fissata a mezzogiorno di ieri.

Il bando chiede di versare al viciniore un affitto (basta 157mila euro ogni anno) e di farsi carico di ogni costo per i lavori necessari perché lo stadio di Brescia sia sistemato per la serie A, ad esempio disponendo i seggiolini in tutti i posti, sistemando il parterre e la gradinata più bassa, la curva sud, e mettendo in generale in sicurezza tutta la struttura. 

Il Comune di Brescia intanto si occupa di sistemare il parcheggio di via Triumplina e di realizzarne un altro nella Curva sud, di sistemare il parcheggio universitario. Intanto però resta in campo anche l’offerta degli australiani, che per la sistemazione dello stadio hanno offerto 100 milioni. 

L’offerta australiana

“Noi non stiamo facendo uno stadio per Brescia, stiamo facendo un progetto per la città” spiega John Caniglia, esponente della cordata Centrum Stadia. Nella struttura, secondo il suo progetto, dovrebbero sorgere anche un centro congressi, un teatro, una palestra, un albergo. “Non è più tempo di fare gli stadi che aprono le porte ogni due settimane” ha annunciato.

Poi però arriva il Brescia Calcio con la sua offerta, confermando l’idea del sindaco Del Bono, che aveva sostenuto qualche giorno fa “Io sono convinto che il bando non andrà deserto”. E infatti. 

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *