Fridays For Future, è ‘sciopero’ anche a Brescia 

Sciopero globale per l’ambiente 

Arriva anche a Brescia Fridays for Future, lo sciopero del venerdì contro ‘i cambiamenti climatici’ e contro l’inquinamento, che coinvolge migliaia di città nel mondo e tantissimi giovani. 

La protesta è rivolta ai vari governi per spingerli ad agire nei confronti di politiche per l’ambiente che prendano in considerazione l’emergenza inquinamento. Anche a Brescia lo sciopero è attivo, dalle 9 parte il corteo da Piazzale Arnadlo fino in Piazza Loggia. Alla manifestazione partecipano sia studenti che sindacati, docenti e associazioni. E proprio per gli studenti, c’è la polemica sull’opportunità di saltare la scuola per questo sciopero che si dichiara a favore dell’ambiente. 

La proposta del ministro 

Intanto impazza la polemica sulla prospettiva del ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti di poter giustificare in massa i ragazzi che aderiscono allo sciopero.

“La mia circolare dice una cosa molto semplice e cioè che i ragazzi vanno giustificati con le normali procedure di ogni scuola ma che per la prima volta nella storia di questo paese una famiglia potrà indicare la verità e cioè: essere orgogliosa che il proprio figlio o la propria figlia abbia partecipato alla manifestazione contro i cambiamenti climatici e scriverlo sul libretto e la scuola può decidere di accettarlo senza indicare motivi famigliari o altre scuse”. 

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *