Coronavirus, non è morta la donna ricoverata al Civile a Brescia

Smentita la notizia

La donna che è stata ricoverata ieri notte all’ospedale civile di Brescia, trasferita da quello di Crema perché aveva contratto il coronavirus, non è deceduta. Si tratta di una paziente oncologica, quindi con quadro già compromesso, che è stata portata all’ospedale bresciano dopo che è risultata positiva al tampone per il coronavirus. In ogni caso, la donna non è morta come riportavano alcuni giornali. A smentire detta notizia, Direzione Sanitaria dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale, Regione Lombardia.

In una nota di palazzo Lombardia si legge che “in relazione ad una morte agli Spedali Civili di Brescia, sentita la direzione sanitaria dell’azienda socio sanitaria territoriale, Regione Lombardia smentisce tale informazione, precisando che in tale struttura non si è verificato alcun decesso”.

Vi invitiamo a far riferimento solamente alle fonti ufficiali e ad usare la prudenza, in queste ore sono tante le notizie allarmistiche ma prive di fondamento che circolano, soprattutto online e sui social.

Partita Brescia Sassuolo: rinvio o porte chiuse

Per ora c’è un contagio in provincia di Brescia, a Pontevico, una persona che sarebbe stata nelle zone rosse del lodigiano. Ma il peggio potrebbe essere alle porte, sono già quattro i casi diagnosticati in provincia di Bergamo. sono in corso controlli su 5 bresciani all’ospedale. Per la partita Brescia-Sassuolo, intanto, si valuta di giocarla a porte chiuse. In queste ore si deciderà il da farsi, se rimandare (dopo la morte del patron del Sassuolo, per l’ennesima volta) la partita o se giocarla in condizioni di sicurezza, quindi a porte chiuse.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *