Due ambulatori in università per vaccinare gli studenti a Brescia

La proposta della regione

Due ambulatori per favorire il vaccino degli studenti universitari a Brescia. Si tratta di un’idea scaturita all’indomani del decesso della studentessa 19enne, di origini bergamasche, morta martedì scorso dopo il ricovero al Civile a Brescia. Anche se non si ha certezza sul fatto che a causare il decesso della 19enne sia stata meningite e non sepsi, ora si diffonde il tema dell’emergenza meningite e dei vaccini.

Tanto che sul punto interviene anche l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera. “Apriremo due ambulatori all’Università di Brescia proprio per consentire a tutti gli studenti che lo desiderano di vaccinarsi, o gratuitamente o con il copagamento, per poche decine di euro nelle prossime settimane” ha detto.

“Vaccinatevi tutti”

Come spiega Gallera, qui gli studenti potranno vaccinarsi “senza chiamate, senza liste di attesa ma andando in alcuni giorni che comunicheremo all’università. È una offerta in più – ha aggiunto – visto quello che è successo diamo la possibilità di un accesso veloce per vaccinarsi a tutti gli studenti”. Sul fatto che non sia sicuro che a causare il decesso della ragazza sia stata meningite, si esprime: “Aspettiamo con serenità le indagini e gli approfondimenti, mi sembra un atto dovuto. La meningite è una malattia che si contiene con le vaccinazioni, infatti invitiamo tutti a vaccinarsi, anche gli adulti”.

“Noi abbiamo il sistema del copagamento, che consente a coloro che sono al di fuori della offerta gratuita vaccinale che hanno di più di 16 anni, di potersi vaccinare a prezzi molto contenuti. Fatelo perché é l’unico modo che abbiamo per contrastare e combattere queste malattie che sono fulminanti. Ogni anno abbiamo circa tra le 20 e le 30 persone che vengono colpite da meningite e alcune di queste tra le 9, 10 o 15 muoiono, è un dato fisiologico molto contenuto ma con cui dobbiamo fare i conti” conclude.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *