I dazi statunitensi hanno iniziato a colpire i prodotti UE

I dazi statunitensi del 26% sono entrati in vigore due giorni fa. Vari prodotti dell’UE sono stati colpiti, tra cui il vino francese, il parmigiano italiano e le olive spagnole.

Liz Truss, segretario al commercio internazionale, ha dichiarato che il governo ha sollecitato l’amministrazione di Donald Trump a ridurre i dazi, dopo aver incontrato i produttori britannici. “Il Regno Unito ha ottemperato pienamente alla sentenza dell’OMC sulla controversia Airbus e non crediamo che i nostri settori debbano essere soggetti ad essi”.

Gli Stati Uniti hanno annunciato l’imposizione dei dazi il 3 ottobre, dopo che l’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) ha stabilito che le nazioni dell’UE hanno concesso aiuti di Stato illegali ad Airbus per lo sviluppo del suo jet superjumbo A380 e del piccolo A350.

L’OMC si sta inoltre preparando a decidere, nella prima metà del 2020, quali tariffe l’UE può imporre come rappresaglia. Gli aeromobili commerciali provenienti da Germania, Spagna, Francia e Regno Unito, i principali siti di produzione di Airbus, saranno soggetti a dazi statunitensi del 10%.

“L’unico modo per evitare gli effetti negativi delle tariffe è che gli Stati Uniti e l’Unione europea trovino una soluzione”, ha affermato un portavoce di Airbus. “Stiamo lavorando con tutti i nostri clienti per cercare di mitigare l’impatto con tutti i mezzi possibili”.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *