I “10 test verdi” indirizzati all’Austria dall’EEB per migliorare l’ambiente europeo

ambiente

Con le questioni ambientali ultimamente assenti dall’agenda del Consiglio europeo, l’Ufficio europeo dell’ambiente (EEB) ha pubblicato “10 test verdi” indirizzati alla prossima Presidenza austriaca, esponendo in dettaglio le aree della politica ambientale in cui si devono compiere progressi nei prossimi sei mesi.

L’EEB è la più grande rete europea di organizzazioni ambientali con 140 membri in oltre 30 paesi. I 10 test verdi sono stati preparati in collaborazione con la Birdlife Europe e la Seas At Risk.

Con la riunione sul clima della COP24 che si terrà in Polonia a novembre, guidare gli ambiziosi impegni climatici dell’UE per raggiungere l’obiettivo di 1,5 gradi è il primo test di un elenco che comprende la garanzia di un bilancio favorevole alla protezione delle persone dall’inquinamento atmosferico tossico e dalle sostanze chimiche, oltre che aiutare l’Europa a passare ad un’economia circolare innovativa ed efficiente in termini di risorse.

Poiché l’Austria presiederà le riunioni cruciali dei ministri e aiuterà a fissare l’agenda fino alla fine dell’anno, i gruppi verdi vogliono che ai cittadini venga garantito l’accesso ad una quantità sufficiente di acqua pulita, con misure adottate appositamente per arrestare la perdita di biodiversità, proteggendo la terra e il mare. Infine, il documento invita la presidenza entrante a garantire che gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite siano posti al centro delle discussioni sul futuro dell’Europa.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *