Warrant e Covered Warrant: cosa sono?

Il Trading forex

Anche se non disciplinati da nessuna legge, nell’ambito degli strumenti finanziari particolare attenzione hanno assunto i Warrant e i Covered Warrant. Ma di cosa si tratta?

Il warrant non è altro che un contratto che offre ad un soggetto portatore di un documento la facoltà di acquistare o vendere un’attività finanziaria sottostante, tipo le quote di proprietà del capitale societario o un titolo azionario. Il termine strike price all’interno di un warrant è il prezzo fissato del titolo per l’acquisto, il quale può avvenire in una data ben precisa o in un lasso di tempo fissato contrattualmente.

Il covered warrant è anch’esso uno strumento finanziario molto simile al warrant. In poche parole, è un’evoluzione dello stesso. A differenziarli è il contenuto: l’attività finanziaria sottostante non è necessariamente un titolo azionario, ma ogni tipologia di attività finanziaria a cui è attribuibile un prezzo, tipo un titolo di stato, un bond, materie prime, valute, ecc. Oltre a questo, il covered warrant prevede l’incasso di una certa somma di denaro.

Attualmente, la Borsa Italiana conta circa tremila Covered Warrant quotati in borsa. Il problema è che tante persone non hanno la minima idea né di cosa di tratti e né dei vantaggi che offrono. Nell’ambito finanziario, i CW vengono considerati dei “derivati” in quanto il loro “valore” nasce dall’andamento del pricing di un asset (attività) sottostante.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *