Brescia-Bergamo, 4a vittima: paura meningite

Scatta profilassi 

Ora scatta la paura meningite a Brescia dopo la morte di una quarta persona, una donna di 48 anni che era stata ricoverata al Civile. Marzia Colosio, 48 anni, di Predore (Bergamo) era ricoverata da Giovedì al Civile a Brescia con tutti i sintomi della meningite. La donna aveva accusato dei malori il 31 dicembre, era stata ricoverata e da subito le condizioni erano apparse gravi. 

Una forma agressiva di meningite è stata diagnosticata alla donna. Ora spetta all’autopsia determinare se il ceppo della meningite è lo stesso che ha causato il decesso della donna rispetto alle altre quattro vittime nella zona del Lago di Iseo, fra la sponda bresciana e quella bergamasca. Era morta anche una 19enne di Villongo, che frequentava la Cattolica di Brescia, allo stesso modo.  

Un portatore sano a Villongo? 

Secondo le istituzioni a Villongo ci sarebbe un portatore sano di meninnococco C. Tuttavia “Non abbiamo avviato ricerche di portatori sani di menginococco nel territorio interessato dai casi. Tale indagine non ha efficacia per contenere l’infezione; l’unico intervento utile per prevenire i casi è la vaccinazione di cui è in corso la campagna straordinaria” commenta l’assessore al Welfare della Regione, Giulio Gallera. Non resta che seguire le indicazioni della Regione sulle precauzioni da mettere in atto per evitare di contrarre la meningite. 

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *