Ventilatori polmonari low cost, Unibs in campo 

Al lavoro anche Unibs 

Anche UNIBS in campo nella ricerca per sviluppare ventilatori polmonari low cost per contrastare il coronavirus. Il progetto ‘Milano Ventilatore Meccanico’ mira a sviluppare un ventilatore a basso costo e semplice che sarà disponibile con minimo aggravio per le casse pubbliche. 

“I ventilatori attualmente reperibili sul mercato sono apparecchiature sofisticate, con complessi sistemi di controllo, costose e con progetto protetto. Occorre sviluppare una tecnologia nuova, semplice ma al contempo sicura e affidabile, e soprattutto replicabile su larghissima scala in tempi rapidi, per incrementarne la disponibilità in Italia e nel mondo” si legge sul sito ufficiale. “Il progetto MVM è nato dunque su idea e iniziativa di alcuni ricercatori della collaborazione internazionale Global Argon Dark Matter (GADM)”. 

Il contributo bresciano 

Il contributo arriva anche da Unibs, dal dipartimento di Ingegneria meccanica e industriale, diretto dal professor Rodolfo Faglia, grazie al gruppo di ricerca di Sistemi di controllo industriali coordinato dal docente Antonio Visioli e l’ingegnere Manuel Beschi.

Il gruppo bresciano lavora ad un algoritmo per gestire la pressione dell’aria per adattarla alle esigenze cliniche del paziente. Assieme all’units in campo anche la Milano-Bicocca, Milano Statale, Napoli Federico II, Pisa, Bergamo e Pavia, e diverse organizzazioni anche statunitensi. 

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *