Contratti lavoro in aumento, ma calano i posti fissi

Contratti lavoro aumentano, ma le assunzioni a tempo indeterminato calano

Il posto fisso è il sogno di moltissimi italiani. Ma, almeno stando a quanto emerge dalle ultime indagini portate avanti dall’Osservatorio Inps, potrebbe rimanere tale ancora per molto tempo: infatti, nonostante gli ultimi dati rilevati dall’Inps sul tema del lavoro siano positivi, confermando una tendenza in rialzo per quel che riguarda i contratti di lavoro, le assunzioni stabili sono in deciso calo.

Contratti lavoroQuesto significa che se da un lato sono aumentati di fatto i posti di lavoro – dando così opportunità lavorative interessanti per molte persone – dall’altro lato aumenta anche la rotazione degli stessi posti di lavoro, in quanto i contratti a tempo indeterminato sono in frenata. Questa situazione è probabilmente dovuta anche al calo delle decontribuzioni: le aziende non hanno specifici contribuiti per assumere con un posto fisso il lavoratore, e pertanto non assumono.

Questa tendenza – che era comunque già emersa nei primi mesi del 2016 – è quindi confermata, anche se sono più le persone ‘assunte’ (seppur non con contratti stabili) che quelle licenziate. Le assunzioni sono pertanto in forte riduzione, visto che i contratti a tempo indeterminato sono a -326.000, pari a -33,4% sui primi sei mesi dello scorso anno.

300x250

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi