Posti di lavoro a rischio a causa della rivoluzione tecnologica

robot

La rivoluzione tecnologica in rapida ascesa è un vortice che si muove senza criterio, andando a risucchiare vecchie ideologie e status quo della società.

In mezzo a questa bufera, non è riuscito a trovare rifugio il mondo del lavoro; la new economy è la chiara rappresentazione di questa rivoluzione digitale e, secondo uno studio, porterà alla creazione di circa 2 milioni di posti di lavoro ma con la conseguenza che se ne perderanno circa 7 milioni.

Fermare questa onda enorme non è più possibile: droni e robot andranno man mano a sostituire l’essere umano in alcuni ruoli lavorativi chiave. Aziende come Uber e Car2go stanno minacciando il sistema del trasporto pubblico e dei tassisti, scalzando via quelle figure che sembravano essere intoccabili.

Quali le conseguenze di questa rivoluzione? Ad ampio spettro: tutto il settore lavorativo non verrà risparmiato, con un radicale cambiamento dello svolgimento stesso dell’attività lavorativa.

Generazioni intere di lavoratori odierni verranno sostituite dai sistemi informatici automatizzati. Non solo: le sedi di lavoro muteranno radicalmente a favori di soluzioni più snelle, tecnologiche e di condivisione.

Un colpo di una forza inaudita sull’occupazione; alcune categorie di lavoratori verranno messe da parte perché i loro servigi non saranno più richiesti. Molto probabilmente, nasceranno nuove figure professionali che porteranno alla creazione di nuovi posti di lavoro.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *