Voucher, il governo conferma: dal 2018 scompariranno

Il governo, per voce del premier Paolo Gentiloni, spiega il motivo per cui si è voluto procedere con l’abolizione dei voucher.

Voucher lavoroIl Consiglio dei ministri ha dato il suo via libera ufficiale all’abolizione totale dei voucher. “Nelle prossime settimane lavoreremo per rispondere ad un’esigenza che sicuramente l’eliminazione dei voucher non risolve, per una regolazione seria del lavoro saltuario e occasionale”. Con queste parole il premier Paolo Gentiloni ha spiegato cosa accadrà subito dopo la messa in opera della misura.

“Abbiamo abrogato le norme su voucher e appalti – ha aggiunto il primo ministro – nella consapevolezza che l’Italia non aveva certo bisogno nei prossimi mesi di un’altra campagna elettorale, ancor più su temi come questi, e nella consapevolezza che la decisione è coerente con l’orientamento maturato negli ultimi periodi in Parlamento”.

Gentiloni ha ammesso che lo strumento era finito fuori controllo, tanto che i buoni lavoro oramai non venivano più utilizzati così come avrebbero dovuto essere utilizzati. “Avevamo la risposta sbagliata ad un’esigenza giusta, e al bisogno ora ci rivolgeremo con un dibattito già nelle prossime settimane”. Un dibattito che non potrà non coinvolgere parti sociali e Parlamento, ci ha tenuto a specificare il premier.

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha quindi fatto sapere che i voucher già acquistati potranno essere utilizzati entro e non oltre il 31 dicembre 2017: la loro abrogazione totale sarà valida infatti a partire dal 2018.

300x250

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi