Fisco: aumentano le entrate, ma la pressione fiscale migliora

La pressione fiscale in Italia è ancora alta, ma la situazione sembra stia migliorando. Merito del governo Renzi?

FiscoIl fisco italiano continua ad essere un fisco vessatore. I dati diramati dalla CGIA di Mestre, infatti, ci dicono che la differenza tra la pressione fiscale ufficiale e quella reale che pesa effettivamente sulle tasche degli italiani, sarà superiore a 6 punti percentuali. Ma da cosa deriva questo differenziale? Le discrepanze tra pressione fiscale nominale e pressione fiscale reale sono il risultato di valutazioni di tipo contabile.

Il Prodotto interno lordo, all’interno dei suoi calcoli, prevede anche una parte riconducibile alle attività irregolari. Secondo gli ultimi dati disponibili, nel 2014, l’economia cosiddetta “non osservata”, ammontava a 211 miliardi di euro, ossia al 13% del Pil. Di questo valore, 194.4 miliardi erano attribuibili al sommerso.

Ebbene, considerando che l’incidenza dell’economia sommersa e delle attività illecite sul Pil non abbia subito variazioni di sorta nel triennio 2015-2017, la pressione fiscale reale è in aumento perché aumentato il risultato che vien fuori dal rapporto tra gettito fiscale e Pil.

Le stime relative al gettito fiscale 2017, che prendono in considerazione gli effetti della manovra correttiva, parlano comunque di un leggero miglioramento rispetto ai precedenti: la pressione fiscale infatti, dopo aver toccato il punto massimo nel biennio 2012-2013, ha progressivamente cominciato a diminuire. Merito anche delle misure introdotte dal governo Renzi, che tra le altre cose hanno ridotto l’aliquota Ires dal 27.5% al 24%, con un risparmio per le imprese di ben 4 miliardi di euro.

300x250

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi