Piazza Affari maglia rosa d’Europa. Positivi i bancari

Piazza Affari viene trainata al rialzo dal comparto bancario: il FTSE MIB guadagna oltre 4 punti percentuali. Il referendum, per il momento, non ha scosso le Borse.

Investire in borsa

Nonostante il referendum costituzionale sia finito come sia finito, Piazza Affari chiude in positivo, fortificata dalla scia positiva dei bancari. A far trainare al rialzo il listino milanese sono stati soprattutto i titoli delle utilities, i quali hanno recuperato il terreno perso nelle ultime ore a seguito dell’annuncio di dimissioni da parte del premier Matteo Renzi.

Nonostante gli alti e bassi, l’euro/dollaro tiene botta. Stabile anche l’oro che si mantiene stabile su 1.171 dollari l’oncia. In perdita invece il petrolio, con un Light Sweet Crude Oil che prosegue la giornata a 50.71 dollari al barile in calo del 2.09%.

Come dicevamo, a portare in area positiva Milano è il comparto bancario (+8.79%), ma anche l’Utility e l’Assicurativo (rispettivamente a +4.87% e a +4.77%). Tra le migliori aziende italiane abbiamo Unicredit che svetta del 12.81% e Mediobanca che guadagna 9.94 punti percentuali. Su di giri UBI Banca che sale a +9.7% e Banca Popolare di Milano che vanta un rialzo del 9.03%.

La pioggia di acquisti che si è abbattuta sul listino milanese, ha permesso al FTSE MIB di svettare con un guadagno del 4.15%. Tra le altre piazze europee c’è invece area di stabilità, con una Francoforte che sale dello 0.85%, con un listino londinese che avanza dello 0.49% e con una Borsa di Parigi in salita dell’1.26%.

300x250

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi