Come richiedere un prestito per l’acquisto di mobili

richiedere una fideiussione

Molte coppie amano dilettarsi nell’arredamento di una casa. Purtroppo i mobili costano tanto, ma l’ostacolo è facilmente superabile chiedendo un prestito. Per ottenerlo, vanno ottemperate le richieste da parte di banche e istituti di credito.

I prestiti per l’arredamento si dividono in due categorie:

Finalizzati: sottoscritti direttamente nel negozio, il rivenditore concede un prestito utilizzando la convenzione con un istituto di credito erogante. Una volta stipulato il contratto col cliente, al rivenditore viene anticipata la somma oggetto del prestito stesso dall’istituto erogante. L’acquirente dovrà restituire la somma in base ad un preciso piano di ammortamento comprensivo di interessi. Senza busta paga o altro reddito fisso, un tale prestito non si può ottenere.

Non finalizzati o personali: vengono sottoscritti direttamente con una banca o società finanziaria. L’utilizzo della somma, in questo caso, non deve essere giustificato. Per ottenere il prestito, la banca chiede apposite garanzie (reddito e affidabilità creditizia). Una volta ricevuta la somma richiesta, l’acquirente può recarsi presso un punto vendita di mobili e acquistare ciò che gli serve.

Se, oltre ad acquistare mobili, il denaro serve per ristrutturare l’abitazione, è possibile chiedere un mutuo apposito, che offre la possibilità di ricevere una somma ben più elevata di quella normalmente concessa per acquistare mobili.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *