A settembre frenata dell’inflazione, lo conferma l’Istat

L’inflazione frena: i dati dell’ultimo rapporto Istat.

inflazione

Lieve frenata dell’inflazione a settembre, lo dice l’Istat. Il disperato tentativo della Bce di portare i prezzi ai livelli giusti non ha dato i risultati sperati. Molto c’è ancora da fare soprattutto in Italia. Ciò è dovuto anche alla scarsa crescita degli stipendi dei consumatori, che è un ostacolo per gli obiettivi che si è posto Mario Draghi.

Secondo l’Istat la frenata dell’inflazione è dovuta ai prezzi dei servizi dei trasporti, che hanno rallentato, e di quelli dei beni energetici regolamentati. Questi rallentamenti però sono stati compensati in parte dalla crescita dei prezzi dei beni alimentari non lavorati.

I prezzi del cosiddetto “carrello della spesa”, quindi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto, sono saliti a settembre dello 0.4 % sul mese e dell’1,3 % sull’anno. Quindi il dato annuo presenta una lieve accelerazione di tre decimi di punto percentuale rispetto al mese precedente.

Infine la Coldiretti ha segnalato: “Si fa sentire l’effetto siccità nel carrello della spesa con il rincaro dei prezzi dei vegetali freschi del 6.1% rispetto ad agosto e del 4.8% nel confronto con l’anno precedente rispetto al quale aumenta anche la frutta fresca del 2,9% con il calo dei raccolti causato dal gran caldo e dalla mancanza di pioggia”.

300x250

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi