Il Nasdaq continua a lavorare sul lancio dei futures Bitcoin

bitcoin

I piani del Nasdaq per lanciare nel prossimo anno i bitcoin sta andando avanti, nonostante il mercato “orso” per quanto riguarda la criptovaluta. Grazie alla collaborazione con VanEck, la seconda borsa più grande del mondo vuole lanciare prodotti di moneta virtuale, compresi i derivati. Ma non solo il Nasdaq: anche l’Intercontinental Exchange della Borsa di New York vuole estendere i propri contratti nell’ambito dei futures bitcoin già a partire da gennaio 2019.

La Commodity Futures Trading Commission, società che regolamenta i bitcoin, ha finora approvato due prodotti futures: uno dal Chicago Board Options Exchange e un altro dal Chicago Mercantile Exchange. Jay Clayton, presidente della Securities and Exchange Commission, ha chiesto alla VanEck che vengano implementate sicurezza e sorveglianza, prima di permettere ad un fondo di scambio criptato, o ETF, di entrare sul mercato.

Lo stesso Bitcoin fatica a trovare un fondo questa settimana, nonostante la criptovaluta più grande al mondo sia aumentata del 13%, tornando sopra i 4000 dollari. Niente a che vedere con il record di 20.000 dollari stabilito più di 14 mesi fà.

Adena Friedman, CEO del Nasdaq, ha dichiarato: “Fin da aprile stiamo tenendo d’occhio il settore delle valute virtuali, aprendoci alla possibilità di diventare una piattaforma per il trading di criptovalute come Bitcoin. Certo, ci vorrà ancora un po’ di tempo, ma l’intenzione resta quella”.

300x250

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *